Home
Notizie - Nuove
Identikit in 8 pagine
Arciragazzi in un libro
Arciragazzi - chi siamo
La casa del Sole
A Carlo Pagliarini
Arciragazzi in Italia
Gallerie foto/video
Statuti
Contattaci
Collabora con noi
Appuntamenti
Novembre 2017
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
2930311 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
Questo Mese
Questa settimana
Progetti e Servizi
Con i bambini
Con i ragazzi
Con i giovani
Con le famiglie
Con le associazioni
Con gli immigrati
Rete associativa
Prendiamoci Per Mano
Salvadanaio della salute
Percorsi interculturali
domenica 19 novembre 2017
Home arrow Con le famiglie
Con le famiglie PDF Stampa E-mail

CENTRO SERVIZI ALLE FAMILGIE

Un punto di riferimento ed un sostegno attivo per le famiglie

Gli indirizzi regionali della legge 285/97, insieme alle indicazioni e agli orientamenti formativi del Centro Nazionale di Documentazione e Analisi sull'Infanzia e l'Adolescenza, hanno ben individuato il quadro di riferimento per la progettazione e la promozione dei nuovi servizi che possano aiutare le famiglie nelle attuali condizioni urbane, di vita e di organizzazione.

Quanto si sta sperimentando alla "Casa del sole" Amelia ha già molti tratti in comune con la tipologia di "Centro per le Famiglie" e, comunque, ci sono condizioni strutturali e funzionali che, se aiutate, possono portare ad ulteriori innovazioni di servizio sociale utili per la città di Amelia e per l'Amerino.

Il Comune di Amelia ha stipulato con l'associazione Arciragazzi di Amelia in data 1/06/91 e con validità, in seguito all'ultimo rinnovo, fino al 31/12/2010, la convenzione per la realizzazione e la gestione del Centro Educativo Culturale Sportivo. Le finalità sono la promozione e la sperimentazione di nuovi servizi educativi e sociali attraverso, da una parte, la valorizzazione del volontariato e del Servizio Civile e, dall'altra, il concorso dell'Amministrazione Comunale e delle leggi di settore.

In considerazione della strutturazione graduale, edilizia e delle funzioni, la programmazione delle attività è stata orientata nei primi anni all'obiettivo prioritario di realizzazione di un luogo educativo e di cittadinanza di preadolescenti e di adolescenti, un Centro "attraente e giocoso" dove i ragazzi potessero giungere in autonomia, vivere relazioni di gioco, progettualità e protagonismo.

Accanto alla "scoperta" del luogo da parte dei ragazzi, è cresciuto il riconoscimento delle famiglie come "luogo affidabile", dove consentire ai ragazzi nel tempo libero di sperimentare spazi di autonomia guidata nelle attività di gioco spontaneo e strutturato, e dove incontrarsi e svolgere attività anche come famiglie. Oggi la Casa è il luogo di incontro privilegiato consolidato in cui, con costanza ogni pomeriggio, si incontrano soprattutto preadolescenti ed anche adolescenti: da un minimo di 15 a 30/40, arrivano in bici, a piedi, con il motorino, accompagnati dai genitori.
Inoltre, nei fine settimana si moltiplicano le iniziative autogestite: da molte famiglie arriva infatti la richiesta di uso in autonomia della "Casa" per attività di relazione con altre famiglie: incontri, feste autogestite nel fine settimana.

Negli anni 1997-2002 si è sviluppata nella Casa una aggregazione e una progettualità articolata, una realtà di servizio volontario e di servizio civile molto più ampia.

Per quanto riguarda l'aggregazione delle famiglie, il gruppo considerevole che abita la zona residenziale, che si è andato formando in dieci anni di vita del Centro Educativo, resta il nucleo di garanzia, di condivisione del progetto educativo e sociale, di impegno nelle attività di autofinanziamento. Molte altre famiglie del territorio amerino, ed anche di Narni, in questi anni hanno sperimentato un rapporto positivo con la Casa, interagendo con le opportunità offerte dalla struttura, dall'area verde e di gioco e dalle attività sociali educative promosse.
Una settantina di famiglie sono in contatto con la Casa el Sole il servizio di aiuto per le famiglie bisognose di aiuto economico.

Da un nucleo di genitori e famiglie giovani con bambini, tra il 1995 e il 1996, è venuta la sperimentazione presso la Casa del Sole di un servizio autogestito per la prima infanzia, diventato poi progetto e realtà associativa nuova: nel 1997 è nata, in collaborazione con altre associazioni, la Ludoteca "l'Aquilone".

Da altri genitori di Narni, c"è stata per qualche anno un"intensa partecipazione alla progettazione ed alla organizzazione di alcuni programmi estivi degli adolescenti, ricercando propri spazi di condivisione e di partecipazione attiva.

Nel corso del 2001/2002 si è sviluppato un percorso formativo di gruppi di genitori accompagnati da un"operatrice del servizio sociale ASL.
Si è formato un altro gruppo di genitori che, avendo in comune la partecipazione dei figli al gruppo permanente di preadolescenti, ha scelto di condividere come adulti momenti conviviali, escursioni, alcuni incontri formativi. Sono stati svolti i seguenti incontri:

La "Preadolescenza", il 27/2 ore 18-19:30

"Prendersi cura dei ragazzi nella famiglia e nella comunità" il 20/3 ore 18-19:30.

"La protezione della salute rispetto all'alcool e al fumo" il 17/4 ore 18-19:30

Ad ogni incontro è seguita una cena insieme, organizzata in modo semplice e condiviso.

Il 9 giugno le famiglie hanno collaborato alla Festa dei Ragazzi "Coloriamo i Cieli" di fine percorso 2001/2002. 

 
Sito realizzato da CESVOL.NET