Home
Notizie - Nuove
Identikit in 8 pagine
Arciragazzi in un libro
Arciragazzi - chi siamo
La casa del Sole
A Carlo Pagliarini
Arciragazzi in Italia
Gallerie foto/video
Statuti
Contattaci
Collabora con noi
Appuntamenti
Novembre 2017
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
2930311 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2
Questo Mese
Questa settimana
Progetti e Servizi
Con i bambini
Con i ragazzi
Con i giovani
Con le famiglie
Con le associazioni
Con gli immigrati
Rete associativa
Prendiamoci Per Mano
Salvadanaio della salute
Percorsi interculturali
luned́ 20 novembre 2017
Home arrow Identikit in 8 pagine
IDENTIKIT IN 8 PAGINE

Gli scopi e le finalità che persegue l’Associazione sono:

 ● vivere insieme momenti di gioco, lavoro, festa, sport, solidarietà;

 ● caratterizzare secondo il principio etico della nonviolenza il proprio rapporto con la natura e con gli altri individui;

● valorizzare le differenze nel rapporto fra gli individui;

● condividere comuni percorsi formativi e affermare concretamente i diritti dei ragazzi secondo la convenzione dell’ONU del 20.11.1989;

● praticare il metodo educativo della cittadinanza attiva di ragazzi e adulti e di pieno esercizio della democrazia;

● migliorare l’ambiente di vita con azioni concrete individuali e collettive;

● contribuire allo sviluppo armonico della nostra società;

● favorire relazioni internazionali di cooperazione e solidarietà.

 

 “Arciragazzi Casa del Sole”, opera affinché i ragazzi attraverso percorsi di gioco, di conoscenza, di formazione, di lavoro, possano:

● Rafforzare la consapevolezza della realtà di vita;

● Sviluppare quotidianamente le loro creatività individuali, sperimentare con gradualità forme autonomia e assunzione di crescenti responsabilità;

● Partecipare in prima persona alla realizzazione concreta del loro ambiente di gioco, avventura, scoperta e delle loro relazioni con gli altri;

● Acquisire competenze e capacità operative propedeutiche all’avvio di attività professionali e lavorative.

Arciragazzi pone al centro dell’educazione, intesa come processo comunicativo di crescita e di relazione, lo scambio adulto-ragazzo.

Arciragazzi Casa del Sole promuove attività educative, culturali, sportive, del tempo libero ispirate alle finalità individuate;

● Realizza iniziative e progetti di sperimentazione educativa, educazione alla pace, educazione ambientale, formazione professionale. Arciragazzi Casa del Sole opera concretamente per la prevenzione del disagio, delle tossicodipendenze e della criminalità tra giovani, promuove servizi ed esperienze di lavoro a carattere formativo per i giovani.

Arciragazzi non persegue fini di lucro.

L’Impegno per i diritti dei bambini e dei ragazzi.
Tale impegno caratterizza e orienta tutte le attività educative, sociali, di solidarietà e cittadinanza attiva dell’Associazione Educativa di Volontariato. Arciragazzi CASA DEL SOLE ha fatto propria la Convenzione ONU dei Diritti dei Bambini, la strategia della partecipazione attiva dei bambini alla progettazione del futuro e alcune tra le più avanzate esperienze educative a livello internazionale. Considera il gioco come il “lavoro” dei bambini e dei ragazzi, percorso creativo e costruttivo. Per adulti e bambini, il gioco e la partecipazione alla cittadinanza  attiva, l’autogestione ed il volontariato,  costituiscono opportunità per l’assunzione di responsabilità coerenti e crescenti, volte a migliorare l'ambiente di vita, ovvero il contesto naturale, materiale e relazionale. Tale metodologia viene praticata valorizzando le competenze dei ragazzi,  dando forza  nei limiti del possibile all'auto costruzione e all’autogestione della struttura e degli spazi interni ed esterni.

La strategia della partecipazione attiva
E’ stata sviluppata ad Amelia dalla nostra Associazione: ha consentito di strutturare opportunità uniche e innovative  di protagonismo con i ragazzi e i giovani della città:

-          L’ideazione, la Costruzione del Centro educativo con decine di microprogetti condivisi con un “cantiere aperto” da 25 anni da bambini e famiglie

-          La realizzazione delle aree di gioco a S. Lorenzo, all’Ex Orto S. Angelo, la nascita del Centro Giovanile nella Sala di via Trasimeno a Fornole

Numerose sono state le esperienze di animazione culturale e di prevenzione del disagio giovanile, particolarmente significativo è stato il progetto “AttivAzione dei Giovani come prevenzione”. E’ stato nel corso degli anni approvato e finanziato dalla Giunta Regionale dell’Umbria, è stato  gestito tramite convenzioni con i Comuni Amelia e Narni.

Tali esperienze e progetti hanno portato l’Arciragazzi di Amelia ad interessarsi sempre maggiormente nel corso degli anni, ai movimenti aggregativi e alle effervescenze creative di alcuni gruppi spontanei di giovani amerini. Abbiamo quindi  sviluppato una riflessione più puntuale sulle condizioni di maturazione dei percorsi di autonomia, di iniziativa e reale protagonismo dei gruppi giovanili.

Hanno dato nuovo impulso e nuove opportunità per l’Associazione e per le comunità del nostro territorio:

-          la partecipazione  nel 2008 ad un progetto  nazionale di Arciragazzi “Giovani cittadini per Costituzione” e nel 2012-13 il progetto “Giovani Creat(T)ivi” di Arci Servizio Civile

-           “CreatTivi  in Umbria"

          

 La costruzione e la gestione del Centro Educativo: le attività svolte

 La Casa del Sole è stata auto costruita  con il Volontariato e in modo prevalente con  l’autofinanziamento: c’era soltanto un campo incolto di proprietà comunale, prossimo all’Asilo Nido e con una fogna a cielo aperto! Il cantiere ha avuto inizio il 6 Luglio 1992, la Casa è aperta alle attività educative e sociali dal 13/06/1993,  quando è stato inaugurato il primo edificio mq 130 la sede associativa.

La struttura edilizia del Centro Educativo Culturale e Sportivo è oggi di 400 mq.
La struttura, il progetto educativo sociale, il metodo sono frutto di una lunga esperienza di associazionismo educativo e di un percorso di attivazione sociale, ha visto la definizione partecipata del progetto e della Convezione con il Comune di Amelia, per la concessione in comodato dell’uso del terreno su cui è  edificata.

La struttura edilizia è per convenzione pubblica: il Comune di Amelia  ha condiviso pienamente l’obiettivo della strutturazione progressiva del centro educativo, concorrendo con circa il 30% di risorse pubbliche nella  fase di costruzione ed una componente  del tutto secondaria legata ai progetti nella gestione.

La Comunità solidale educante Arciragazzi Casa del Sole è nata come Centro Educativo permanente. Oggi   ha progressivamente assunto anche la funzione di  soggetto che esprime capacità di  affido educativo  comunitario di bambini, ragazzi e famiglie in fragilità economica e sociale con la strutturazione  attuazione   di percorsi pluriennali continuativi educativi, di accompagnamento  e sostegno.

A seguito delle segnalazioni  pervenute dai Servizi Sociali, dalla Scuola o dalle famiglie, la Casa del Sole si occupa dei ragazzi maggiormente in difficoltà e delle famiglie più “fragili” sotto vari aspetti: assicura sostegno educativo affiancando i percorsi educativi  e di apprendimento formali, cura la socializzazione tra pari, e sostiene le famiglie, per quanto possibile, negli aspetti organizzativi, materiali e della vita quotidiana.

I percorsi di sostegno ai ragazzi e alle famiglie sono numerosi: sin dal primo contatto entrano in rapporto di mutuo aiuto con un’area di un centinaio  di famiglie e relativi bambini e ragazzi.

Non restano a sé stanti condizionati dalla problematica che ha generato la fragilità,  costituendo quella condizione ricorrente la possibile  ghettizzazione delle famiglie in difficoltà.

 

 I Servizi svolti dal Centro Educativo

Attività educative e sociali programmate e continuative, gestite dai gruppi di volontariato in cui è strutturata l’Associazione e dagli educatori del Servizio Civile. dalle ore 15 alle 20, dal lunedì al venerdì il Centro Educativo accoglie bambini, ragazzi, giovani e adulti. Attività spontanee autogestite dai ragazzi, dagli adulti,  dalle famiglie, da altre associazioni, dal lunedì al  venerdì dopo le ore 20.

Attività  sociali e di solidarietà autogestite di singole  associazioni, gruppi e famiglie: nel fine settimana.

Le attività educative con i ragazzi e i giovani sono svolte nel tempo libero dei ragazzi ad integrazione delle attività formative scolastiche: 

Il Centro Educativo assicura:
- opportunità per il tempo libero, il gioco, la formazione;
- informazioni e proposte per la vita sociale, la cittadinanza attiva e il volontariato;

- programmi di sostegno alle famiglie, alle associazioni, agli immigrati;
- interventi di aiuto e attiva solidarietà;

- incontri e percorsi educativi permanenti di gruppi omogenei per età;
- sostegno scolastico,  insegnamento della lingua italiana per ragazzi immigrati, scambi
  con gruppi di giovani di altri Paesi;
- laboratori didattici: musicale, di progettazione e costruzione di giochi, di
   falegnameria, orto biologico;
- ideazione ed attuazione di progetti di volontariato e di iniziativa culturale e sociale;
  tornei di calcetto;
- attività naturalistiche e fisico-motorie;

- attività educative e sociali in rete con altre associazioni, scuole e istituzioni, dando vita a Reti permanenti: Rete Prendiamoci Mano, Salvadanaio della Salute, CreatTivi in Amelia, CreatTivi in Umbria.

Nell'edificio servizi c’è il laboratorio musicale, il servizio cucina, il deposito e  l’organizzazione del Banco Alimentare, il laboratorio della manutenzione.

 

 La risorsa del volontariato: i gruppi operativi autonomi           

 Promosso, costruito e gestito dalla nostra Associazione di volontariato, grazie a oltre  100 volontari          attivi annualmente in vari campi (112 quest’anno), il Centro Educativo “ Casa del sole” si è strutturato negli anni in 10 gruppi di volontariato autonomi.

Assumono annualmente autonomi obiettivi operativi educativi e di solidarietà complementari, interagiscono con la rete operativa interna e con la Comunità  a livelli diversi. Affrontano, nell’insieme e in modo coeso, ogni giorno difficoltà non piccole di sostentamento dell'Associazione , della  struttura edilizia,  di manutenzione dell’area verde e di gioco. I Gruppi esprimono apporti diversificati: educativi,  di organizzazione del mutuo aiuto,  specifici servizi come il servizio di trasporto dei ragazzi. La cura del servizio di cucina ha particolare importanza come motore delle iniziative conviviali, comunitarie e di autofinanziamento.

Grazie ad un progetto presentato annualmente per l’accesso al Servizio Civile,  i gruppi operativi e soprattutto il gruppo “Gioco Studio”, possono avvalersi di un aiuto di ragazzi in formazione per la continuità del volontariato nel sostegno scolastico,  nell'animazione ludica, nei percorsi educativi annuali . Tali progetti negli ultimi anni sono diventati un’opportunità limitata e discontinua,  drasticamente ridimensionata in rapporto alle  risorse allo scopo destinate dallo Stato.

Segue la presentazione di alcuni dei gruppi attivi,  maggiormente strutturanti le funzioni di Comunità solidale educante  Casa del Sole.

Il Gruppo Gioco Studio, N°10 volontari

I ragazzi e le famiglie alla Casa del Sole fruiscono di molteplici opportunità formative, oltre venti ogni anno possono beneficiare del sostegno nell’apprendimento e alla relazione tra pari.

Le attività formative sono assicurate con 2/3 incontri infrasettimanali nove mesi l’anno. 

Il gruppo di volontari educa allo stare e allo studiare insieme, in un rapporto educativo partitario non formale. Il gruppo e il percorso danno concretezza alla metodologia Arciragazzi  aggiornata nel Convegno Nazionale Arciragazzi Educazione 2011,  a cui le educatrici della Casa del Sole hanno preso parte,

le attività educative sono orientate :

o    a una “contestualizzazione dell'azione educativa [...]composta da  individui, da individui e dalle loro interazioni, oltre che da elementi materiali (spazi, tempi, oggetti)”  in base ai quali si differenzia l'azione educativa.

o    All’attenzione verso la persona in senso globale e valorizzazione delle differenze […]  fisiche cognitive, emozionali e relazionali […] considerando le differenze individuali come ricchezza” e di conseguenza “ la capacità di personalizzare l'azione che crea la connessione con l'educatore e un rapporto funzionale alla crescita”.

o   All’apprendimento esperienziale, assicurando la trasmissione circolare dei saperi e scambio delle competenze, un sistema decisionale basato sul consenso, l' attenzione al processo e valorizzazione dell'errore, la consapevolezza dei propri processi di apprendimento, saper essere per poter essere “all'interno del processo di apprendimento, dove l'educatore, pur avvalendosi di strumenti diversi, dall'animazione all'insegnamento, è essenzialmente un facilitatore che promuove la presa di coscienza per consentire a ciascuno di diventare ciò che vuole”.

o    Al gioco e alla partecipazione nella cornice dei Diritti: il gioco come un linguaggio, uno strumento ed una metodologia di partecipazione, come palestra di cittadinanza.

 

Il Gruppo Avventura, N°14 volontari

Si occupa di organizzare escursioni di interesse naturalistico e culturale per una trentina di ragazzi e le proprie famiglie, circa una al mese i programmi di scambio culturale con coetanei di altri Paesi, le attività laboratoriali, le feste e gli eventi comunitari generalmente finalizzati, oltre che alla positiva socialità, alla ricerca delle risorse per il sostentamento delle stesse attività educative.
Grazie alla collaborazione con artigiani e artisti, la Casa del Sole organizza anche dei laboratori di espressività, di creatività e di manualità per piccoli gruppi durante la settimana. Le attività si svolgono nei quattro locali  adibiti alle attività formative e di gioco dei gruppi di ragazzi e giovani.

 

Il  Gruppo Trasporti, N°3 volontari

Si occupa di garantire lo spostamento dei bambini e dei ragazzi da scuola o dai centri riabilitativi all'associazione, dall'associazione a casa, in occasione delle uscite associative, per i trasporti dei beni di prima necessità, per i traslochi, per l'accompagnamento a visite mediche o altro qualora vi sia la necessità di accompagnamento.

 

Il Gruppo Cucina e la gestione della Sala di Comunità Carlo Pagliarini, N°23 volontari

Si occupa di gestire con grande capacità, professionalità e voglia di stare insieme, la cucina durante le feste dell’associazione, circa una decina ogni anno. La cura del servizio di cucina ha particolare importanza come motore delle iniziative conviviali, comunitarie e di autofinanziamento. La Sala di Comunità Carlo Pagliarini accoglie corsi dal lunedì al venerdì, nel fine settimana le feste autogestite e quelle dell’Associazione, in particolare volte alla raccolta di fondi.
I servizi igienici e la cucina sono adeguati per lo svolgimento di incontri e manifestazioni pubbliche, con l’accesso anche di disabili. L'area verde (di 3000 mq) è attrezzata per il gioco.

 

Il Gruppo Progettazione e Contabilità, N°6 volontari

Si occupa di gestire la progettazione, la gestione, l'amministrazione di progetti, nonché la programmazione e la messa a disposizione delle risorse strutturali e strumentali della Casa: la Sala di Comunità, la Cucina, il Minibus, i Laboratori, l’Area di Gioco, le Salette attrezzate della sede associativa destinate alle attività educative e agli incontri di piccolo  gruppo.

 

Il Gruppo Manutenzione, N° 14 volontari

E’ composto da volontari partecipi anche di altri gruppi, si occupa insieme alle famiglie e ai bambini che frequentano la Casa, di fare manutenzione periodica della struttura e dell'area verde. Il gruppo è integrato  da apporti professionali specifici  per quanto necessario e nei limiti del consentito dalle risorse reperite annualmente. Si occupa di curare insieme la Casa del Sole come luogo aperto e vivibile di incontro per la comunità cittadina.

 

l Gruppi della Casetta del Muto aiuto: il Banco alimentare e lo Sportello armadio, N°10 volontari

Accanto al Centro Educativo, da otto anni, abbiamo realizzato, con l’aiuto del Centro Servizi per il Volontariato della Provincia di Terni, la piccola Casetta del Mutuo aiuto, organizzata  in collaborazione con il Cesvol (Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Terni) il mutuo aiuto e il sostegno alle reti interassociative: Salvadanaio della Salute, Prendiamoci Per Mano, Gesti Di Pace, Banco Alimentare e Sevizio Armadio. I volontari garantiscono i vari servizi  in sinergia con l’Amministrazione Comunale e le Associazioni Cattoliche territoriali, in particolare  Centro di ascolto Caritas e Unicoop Tirreno, in attuazione  anche del progetto “il buon fine” per l’approvvigionamento dei prodotti alimentari, valorizzando i prodotti alimentari dei supermercati prossimi alla scadenza.

 

Laboratorio Musicale, N°9 associati

E’ un insieme di vari gruppi musicali autogestiti, usufruisce dei locali della sala prove grazie al versamento di una piccola quota associativa mensile e collabora con due esibizioni l’anno rivolte alla comunità amerina nel in occasione di eventi pubblici.

 

Area gioco s. Lorenzo, N°7 volontari

A partire dall’estate 2010, l’associazione ha rivolto particolare attenzione all'area a urbana di recente espansione, in cui erano ancora assenti opportunità di incontro e di gioco per i bambini. La disponibilità di un’area di proprietà pubblica, destinata ad area verde ma mai allestita e non curata, ha costituito la risorsa su cui far leva per dare possibilità nuove, concrete ai bambini e alle famiglie giovani insediate nel quartiere di incontrarsi con spontaneità e nel gioco.

Attraverso un’azione informativa volta alle famiglie residenti, si è costituito il gruppo di volontariato che ha trasformato in via permanente l’area abbandonata in un area di gioco vissuta quotidianamente.

Un tentativo precedente  di attivare un  gruppo di volontariato - in un insediamento di edilizia popolare nel Centro storico - non era riuscito a rendere permanente l’azione di volontariato per la creazione gestione di un’area di gioco per i bambini come sembra diventare l’opera del Gruppo creato in località S. Lorenzo.

 

Il gruppo Orto e Giardino ex Convento S. Angelo, n°12 volontari

Arciragazzi Casa del Sole ha aderito nel febbraio 2014 all’iniziativa “Rimbocchiamoci le maniche” della Rete associativa “Prendiamoci per Mano” di Amelia con volontari di varie età: dai bambini agli adulti. L’area dell’Orto ex Collegio S. Angelo, attualmente parzialmente recuperata, è infatti, per vari motivi, interesse di diverse Associazioni: Italia Nostra, Contrada Vallis, Agorà, Arciragazzi.

Le  Associazioni si sono  incontrate  per programmare un percorso condiviso per la valorizzazione dell’Orto.  Negli ultimi mesi anche un gruppo di ragazzi/e abitanti nella zona  usano l’Orto come spazio di incontro e di gioco e alcuni si sono uniti alle iniziative e al motto “ Ognuno di noi può fare qualcosa” motore del percorso educativo sociale 2013-15 “ Volontari per Amelia” della Rete “Prendiamoci per Mano”. E’ stata pertanto condivisa con l’ Amministrazione Comunale la  richiesta di messa in sicurezza dell’area per assicurare la piena fruibilità dell’Orto ex Convento S. Angelo.

Lo spazio verde del S. Angelo  è stato oggetto di studio, nell’anno scolastico 2014-15, da parte della classe 1B della Scuola Media di Amelia che ha effettuato una ricerca storica sugli orti urbani ha concluso il progetto con la piantumazione di erbe e arbusti aromatici. Nel 2016 il Gruppo di Volontariato si è articolato organizzando due distinti gruppi: Gruppo Arciragazzi S. Angelo, Gruppo Orto Urbano S. Angelo con due atti distinti costitutivi e di regolamentazione.

 

La Casa del Sole in sinergia con la Comunità territoriale

Abbiamo sviluppato dal 2003 un’azione consapevole e strutturata per promuovere varie reti cittadine interassociative  capaci di valorizzare il volontariato della comunità e di  connetterlo con  le  funzioni e gli obiettivi operativi  dei Servizi organizzati dalle Istituzioni locali e formative. E’ nata con questo intento nel 2004 la rete cittadina “Prendiamoci per mano”. Si è strutturata progressivamente nel dialogo e nella collaborazione crescente la  rete interassociativa e interistituzionale ora consolidata.  Tra i vari soggetti operanti nel campo dell’associazionismo, dell’educazione e del sociale abbiamo contribuito a creare, rafforzare, coordinare annualmente  le  condizioni, inedite in precedenza, di fattiva sinergia: dalla attivazione della comunicazione e dallo scambio di informazioni iniziale, si sono precisati obiettivi condivisi di educazione e solidarietà nella comunità cittadina.

Come Associazione Arciragazzi Casa del Sole siamo stati forza concorrente e spesso determinante per assicurare la continuità  dei percorsi tematici annuali e pluriennali educativi e sociali di “Rete“,  largamente condivisi restituiti alla Comunità con gli  eventi dei percorsi educativi raccolti in N. 3 volumi:

·                 “I viaggi verso una nuova vita” sulla migrazione da Amelia verso altri Paesi nel ‘900.“

·                 Concittadini dal mondo. Storie dei migranti ad Amelia”.

·                 CreatTivi. Racconti per una comunità costruttiva e solidale”.

 La Rete organizza eventi pubblici ricorrenti annualmente N. 3:

-          1 a ottobre sul tema della cultura della solidarietà e della pace;

-          1 a gennaio sulla cultura della memoria;

-          1 in prossimità del 25 aprile per la promozione della partecipazione, della cultura democratica e della cittadinanza attiva. 

I percorsi, gli  eventi, la documentazione raccolta nei libri e nel sito  hanno favorito la riflessione comune di bambini, dei giovani e della comunità intorno alle tematiche specifiche individuate.

 
Sito realizzato da CESVOL.NET